• +39 06 906 27883 / +39 3485846212
  • Via Monti Sabini 177, 00015, Monterotondo RM

Blog

A proposito dell’articolo di ieri sui residenti delle zone terremotate di Visso, Ussita e … dintorni

Le nuove arrivate a Tenuta Lisetta ci hanno fatto appassionare alle “problematiche” (più drammi che problemi) della loro terra natia.

Proprio ieri in occasione del loro arrivo vi abbiamo parlato della loro allevatrice che, non a caso, oggi è stata intervistata sulla drammaticità della situazione locale dalle reti Mediaset (Canale 5 e Rete 4). Come già vi ho anticipato ieri la notte del 14 è stata veramente drammatica per gli abitanti di Ussita per il black out elettrico (quindi niente calore nei container e SAE, dove molti abitanti ancora vivono) e per le continue nevicate che hanno reso ancora più difficile la loro vita sociale e lavorativa (le nostre pecore hanno dovuto cambiare mezzo di trasporto per ben due volte!!!).

Noi di Tenuta Lisetta (compresi tutti i nostri amici e ospiti) ci domandiamo come possa essere possibile che, dopo due anni e mezzo dall’avvenimento del terremoto, gli sfortunati abitanti delle zone colpite siano ancora obbligati a sopravvivere a tale evento e non abitare dignitosamente in locali adeguati procurati da un governo che ci chiede di continuo qualcosa ma non ci dà nulla nel momento in cui ne abbiamo veramente bisogno.

Dopo esserci confrontati con alcuni abitanti delle zone disastrate, noi ci domandiamo quale ostacolo, se non il totale disinteresse delle istituzioni pubbliche e private, possa esserci stato al creare i giusti alloggi e le infrastrutture adeguate per fare vivere le persone del posto in maniera decorosa e non precaria, come risalta agli occhi di tutti quelli che non nascondono la testa sotto la terra.

Se la macchina delle istituzioni si è inceppata, perchè nessuno (politico o chi ne ha le reali possibilità) prova a fare qualcosa?! Non voglio pensare che gli interessi privati siano più importanti di vite umane che patiscono fisicamente e psicologicamente tale situazione! Il terremoto delle zone di cui parliamo non è stato solo strutturale ma soprattutto psicologico e sociale.

Noi della Tenuta Lisetta stiamo investendo in allevamento, agricoltura e turismo; non vogliamo pensare che la situazione di Ussita e dintorni sia l’esempio classico delle situazioni agresti del nostro “Bel Paese”.

Ci piacerebbe seriamente pensare che le nostre imprese (della terra) sono ben accolte dalle istituzioni e dalle politiche attuali e future.

Ci piacerebbe pensare di essere protetti dai nostri governanti come succede in tantissimi altri paesi del mondo.

Ci piacerebbe che le zone colpite dal sisma siano tutelate quale patrimonio del nostro paese, come tutte le colture agricole e gli allevamenti che hanno tanto offerto ai nostri avi e sono attualmente, grazie agli sforzi dei lavoratori del settore, un fiore all’occhiello dell’Italia nel Mondo.

Sia perchè abbiamo delle native di Ussita presso di noi, sia perchè siamo diventati amici di abitanti orgogliosi e caparbi, sia perchè la giustizia conta ancora molto per noi ed i nostri amici, non smetteremo di seguire gli eventi di Ussita e dintorni.

Un saluto caro a Silvia Bonomi dai tutoi amici di Tenuta Lisetta

Leave a Comment